Cos’è uno storyboarding?

stooryboarding - Cos'è uno storyboarding?

Storyboarding è un termine inglese che letteralmente si può tradurre con “tavola (board) della storia (story)”. In italiano il suo significato potrebbe essere concettualmente espresso da termini come “sceneggiatura disegnata” o “visualizzazione di un’idea di regia”.
Per parlare di storyboarding dobbiamo tornare agli anni ’30, perché è stato proprio durante questo periodo che negli studi della Walt Disney si è sviluppata questa tecnica o sistema di base per l’organizzazione e la pianificazione di un pensiero in forma visuale.
Nei film di animazione questo sistema funziona molto bene in quanto permette di plasmare la sequenza con dettagli della scena in differenti blocchi visuali.

Probabilmente starai pensando cosa può avere a che fare la tua impresa con tutta questa storia di Walt Disney e dei suoi disegni. Hai ragione. Ma la risposta è: molto.
Certamente avrai sentito dire che quello che dobbiamo vendere “sono storie, non prodotti”. Infatti se ci pensi la tua attività è il frutto della tua storia, di quella dei tuoi prodotti/servizi e di quella dei tuoi clienti.

Immaginiamo che adesso la domanda successiva è:

Molto bene, dunque cos’è questa storia dello storyboarding e a cosa serve per la mia impresa?

Quel che è certo è che al giorno d’oggi tutti, quasi senza eccezione, cerchiamo risposte nella rete. E lo facciamo perché è veloce, semplice e perché- il più delle volte- è affidabile e ci permette di soddisfare i nostri desideri e risolvere i nostri dubbi e/o problemi.

Questo è uno dei principali motivi per i quali devi saper dominare alla perfezione la conoscenza (conoscere il tuo pubblico), avere le risposte giuste (offrire loro quello che cercano, quello che desiderano, quello di cui hanno bisogno) e la fiducia (devi conquistartela).

Solo se sei capace di conquistare la fiducia di un utente al punto tale che decida di concludere un accordo o fare un acquisto vorrà dire che stai producendo contenuti digitali che funzionano.

E adesso la risposta alla tua domanda: si lo storyboarding ti aiuta a pianificare questo processo, questo viaggio attraverso i tre step (conoscenza, risposte, fiducia).

Storyboarding per generare idee di contenuto

Conoscere il tuo target di pubblico è fondamentale. Quanto meglio lo conosci tanto più riuscirai a raggiungerlo meglio e con facilità e tanto più il pubblico potrà identificarsi col tuo brand.

Le domande chiave sono:

  • Cosa pensa e cosa sente?
  • Cosa dice e cosa fa?
  • Cosa vede?
  • Cosa ascolta?

E’ fondamentale inoltre definire con estrema precisione quello che vuoi che il tuo target o i tuoi utenti facciano con esattezza.

Inizia con il definire questo obiettivo finale e poi pensa a una sequenza di ciò che succede prima della vendita, di ciò che ti permette di arrivare fin là, di raggiungere questo obiettivo finale.

Inoltre devi spingerti anche oltre e chiederti: cosa succede dopo la vendita?

Prendi nota di quello che succede in maniera immediata, a corto, medio e largo raggio dopo la vendita.

Domandati e prendi nota anche dei problemi che hanno i tuoi clienti prima di procedere con l’acquisto del prodotto e se ci sono problemi anche durante l’acquisto stesso. Inoltre fai una lista con tutti questi problemi…a partire da questa potrai fare una lista dei temi che dovrai pubblicare sul tuo blog o su quello della tua attività.

In questo modo avrai già i temi che daranno una risposta a gran parte deller preoccupazioni del tuo pubblico. Però non dimenticare nel momento in cui scriverai gli articoli dell’importanza del flusso narrativo. Per questo ti può tornare utile organizzare le tue idee in sequenza…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *