Come ottimizzare le immagini del tuo blog passo dopo passo

optimizar imágenes blog 495x248 - Come ottimizzare le immagini del tuo blog passo dopo passo

Le immagini che utilizzi per illustrare gli articoli del tuo blog sono più importanti di quello che pensi, soprattutto per quanto riguarda i motori di ricerca e le condivisioni attraverso i social networks. Per questo motivo con questo post vogliamo spiegarti, passo dopo passo, come ottimizzare le immagini del tuo blog:

La dimensione è importante (e deve essere compatibile con la rete sociale sulla quale si condivide)

Bisogna tenere conto di dove si pubblicano le immagini e adattarle alla piattaforma. Di seguito le dimensioni adeguate per le principali reti sociali:

Facebook

Le dimensioni delle immagini su Facebook sono di 484 x 252 px, ma in genere è raccomandabile salire a 1200 x 628 px, per ottenere una risoluzione migliore.

Twitter

Su Twitter le immagini sono di 420x220px e di 1024×512 nella sua versione estesa, per questo se carichiamo un’immagine nella versione in miniatura è molto probabile che perda in qualità nel vederla espansa. L’ideale è caricare le immagini con dimensione 1024×512.

Adatta le immagini ai dispositivi mobili

Questo è un problema comune. E anche un problema abbastanza grande…

E’ molto importante che le immagini siano adatte a ogni tipo di schermo. I dispositivi mobili sono sempre più utilizzati (smartphones, tablets, etc.), per questo è fondamentale rendere semplice e piacevole l’esperienza degli utenti quando accedono al nostro sito o al blog attraverso questi dispositivi.

La parola d’ordine è “responsive”.

Ottimizza le informazioni sulle immagini per i motori di ricerca e le reti sociali

Sono in molti a dimenticarsi di questo aspetto. Anche chi concentra i suoi sforzi per ottimizzare i testi spesso non presta la giusta attenzione al momento di nominare le immagini. Grande errore.

Le immagini sono parte del contenuto e i motori di ricerca ne tengono conto.

Molti utenti utilizzano la ricerca per immagini di Google e quindi se queste non contengono nel nome le giuste informazioni allora sarà davvero difficile trovarle.
Oltre a questo, anche se non ci facciamo molto caso, le reti sociali anche hanno dei motori di ricerca interni, per questo, quando le immagini sono condivise, se sono ottimizzate, sarà molto più facile localizzarle.

Per ottimizzare le informazioni delle tue immagini::

  1. Nome del file:
    Utilizza le parole chiave o il nome dell’articolo per nominare il file
  2. Descrizione:  
    La descrizione dell’immagine deve essere illustrativa e contenere parole chiave
  3. Testo alternativo:
    Il testo alternativo veniva utilizzato po’ di tempo fa per ovviare al problema dei motori di ricerca che non mostravano le immagini. Tuttavia è ancora utile usarlo perché i motori di ricerca lo tengono in considerazione per il posizionamento.
  4. Didascalia:
    Si utilizza poco in realtà, ma può comunque aggiungere valore all’immagine.

Formati

Quando parliamo di formato dell’immagine intendiamo l’estensione del nome del file: JPG, PNG, TIF, GIF…

I formati più utilizzati sono JPG,PNG, TIF, GIF…

Il formato JPG è quello più leggero, utile a ridurre il tempo di caricamento della pagina web. Tuttavia se carichiamo la stessa immagine che abbiamo sulla pagina web anche su Facebook e Google+ accade che la qualità dell’immagine caricata su Google+ è superiore mentre la qualità dell’immagine su Facebook risulterà molto scarsa. Il motivo è che Facebook ha un processo di compressione dei file che abbassa la qualità degli stessi non appena vengono caricati. Per questo è raccomandabile che le immagini principali degli articoli siano in formato PNG affinché non perdano la qualità.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *