clickbait

Addio clickbait: Facebook prende delle misure contro le notizie ingannevoli

Questa bambina si incontra con suo padre dopo 7 anni, la sua reazione ti sorprenderà“;”Quest’uomo ha abbandonato la sua promessa sposa sull’altare, scopri perché lo ha fatto“. Questo tipo di titoli hanno come unico scopo quello di generare il maggior numero di click possibili, una pratica conosciuta come clickbait. A causa di questo tipo di articoli i responsabili di Facebook hanno cominciato a prendere delle misure per ridurre il numero di notizie ingannevoli e i contenuti di bassa qualità.

clickbait 300x169 - Addio clickbait: Facebook prende delle misure contro le notizie ingannevoliFacebook prende misure drastiche per farla finita con il clickbait

Per combattere l’apparizione di queste notizie e migliorare l’affidabilità delle informazioni già da un anno Facebook ha lanciato l’aggiornamento di “new feeds”, con cui si riduce l’apparizione delle storie la cui fonte ha questo tipo di contenuti come pratica abituale.

Gli utenti vogliono contenuti precisi, affidabili, contestualizzati…e non finire su questi articoli dove si esagera o si nascondono informazioni oppure su quelle immagini travestite da video che gli spammer usano per portarci con un solo click a pagine web di scarsa qualità.

È questo il motivo per cui questo giovedì i responsabili di Facebook hanno proposto tre aggiornamenti, il cui funzionamento si può paragonare a quello dei filtri di spam della nostra email, lo scopo è quindi quello di diminuire la visualizzazione di questo tipo di contenuti sulla nostra bacheca di notizie.

In primo luogo “considerare i clickbait a livello di pubblicazione individuale, poi il dominio e il livello di pagina, per poter ridurre così i titoli clickbait in un modo più preciso“.

In secondo luogo “stiamo dividendo i nostri sforzi in due direzioni separate. Per questo adesso vediamo separatamente se un titolo occulta informazioni o se al contrario le esagera“.

E in terzo luogo “stiamo iniziando a provare questo lavoro su più lingue addizionali“. Assicurano dalla compagnia.

Questo colpirà quelle pagine web che si dedicano a pratiche di divulgazione di questo tipo di notizie, gli spetta una diminuzione della diffusione dei contenuti clickbait, con lo scopo di finirla con questo tipo di condotta e che le nostre bacheche siano un luogo per una comunicazione autentica e verace.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *